Trattamento Laser dei noduli tiroidei

Come si svolge il trattamento

 

Il paziente viene fatto distendere su di un letto operatorio. Con il contributo di un medico anestesista viene effettuata una lieve sedazione. Si procede dunque ad una anestesia locale per mezzo di piccole iniezioni di anestetico sottocutanee.

Dopo una breve attesa si visualizza il nodulo con l’aiuto di un ecografo e si introduce all’interno di esso un sottile ago attraverso cui si fa scorrere una fibra ottica collegata con il laser che viene dunque attivato. Il tessuto malato del nodulo colpito dalla luce va in necrosi (in pratica le cellule malate muoiono). La stessa sequenza viene ripetuta a giudizio dell’operatore più volte. Alla fine della procedura si attende il completo recupero prima di inviare il paziente in camera o a domicilio. Dopo un periodo variabile da 1 a 2 mesi e a discrezione del medico la procedura si ripete fino al raggiungimento dell’obiettivo prefissato.

Vantaggi 

 

Facile esecuzione

    Efficacia

Tollerabilità

Sicurezza

Ripetibilità

Precisione

Terapia ormonale a vita non necessaria

Possibilità di altre opzioni terapeutiche

Contatti